Come avviare un'organizzazione non profit

Come avviare un’organizzazione non profit

Aspiri a salvare il mondo, o almeno una piccola parte di esso? Se la tua passione è ispirare, fare la differenza e restituire al mondo, allora avviare un’organizzazione no-profit sarà sicuramente una proposta imprenditoriale entusiasmante per te.

Forse hai sempre desiderato lasciare il mondo in un posto migliore di come l’hai trovato? Imparando come avviare un’organizzazione non profit, puoi prendere la tua idea e contribuire in modo positivo alla tua comunità, al tuo stato, al tuo paese e persino al mondo.

Avviare un’organizzazione no-profit è come avviare qualsiasi tipo di attività: insieme al tuo impegno personale hai bisogno di un obiettivo chiaro, un’idea molto originale e un eccellente business plan ben congegnato da presentare ai tuoi donatori.

Che cosa è esattamente un non profit?

È probabile che tu abbia sentito il termine un centinaio di volte prima, ma sai davvero cos’è un’organizzazione senza scopo di lucro? Esistono definizioni legali, tra cui 26 tipi di organizzazioni senza scopo di lucro riconosciute dall’IRS, e ci sono percezioni comuni di ciò che le persone intendono quando si riferiscono a un’organizzazione come senza scopo di lucro.

Per definizione, è un’organizzazione in cui nessun proprietario, azionista o fiduciario partecipa a profitti e perdite e che esiste non per guadagnare entrate ma per promuovere una missione che migliora il benessere pubblico. Questo tipo di organizzazione è spesso ammissibile allo status di esenzione fiscale e alcuni, ma non tutti, possono ricevere contributi deducibili dalle tasse.

È davvero un’organizzazione esente da tasse che serve l’interesse pubblico. In generale, lo scopo di questo tipo di organizzazione deve essere caritatevole, educativo, scientifico, religioso o letterario. Il pubblico si aspetterà di poter fare donazioni (monetarie o altro) a questo tipo di organizzazione e detrarre queste donazioni dalle tasse federali.

Legalmente, un’organizzazione senza scopo di lucro è un’organizzazione che non dichiara un profitto e utilizza invece tutte le entrate disponibili dopo le normali spese operative al servizio dell’interesse pubblico. Queste organizzazioni possono essere costituite in società o incorporate.

Un’organizzazione non-profit senza personalità giuridica non può ricevere lo status di esenzione fiscale federale o la designazione di organizzazione 501 (c) (3) come definita dall’Internal Revenue Service. Quando viene costituita un’organizzazione senza scopo di lucro, condivide molti tratti con le società a scopo di lucro, tranne per il fatto che non ci sono azionisti e, naturalmente, nessun profitto.

Da dove comincio?

La maggior parte delle persone semplicemente non sa come avviare un’organizzazione senza scopo di lucro, ma non si rende nemmeno conto che è relativamente simile a come avviarne una a scopo di lucro. Molte organizzazioni non profit iniziano allo stesso modo di qualsiasi attività commerciale, con un’idea. Potresti avere una grande idea che renderà la città, lo stato o il mondo un posto migliore con qualcosa che hai da offrire.

Tuttavia, come per le aziende profit, c’è un tasso di fallimento molto alto. Devi farti alcune domande. La domanda chiave da porsi è: “Chi trarrà beneficio dall’attività?” Se la risposta è che tu o la tua famiglia ne trarrai beneficio, allora è una buona idea avviare un’azienda a scopo di lucro piuttosto che un’organizzazione senza scopo di lucro.

Se la tua risposta è che la comunità o il pubblico in generale ne trarranno beneficio, un’organizzazione senza scopo di lucro potrebbe essere la scelta migliore per te. La seconda domanda da porsi è: “Permetterò al consiglio di amministrazione di stabilire la politica e gli elementi chiave come il mio stipendio, i benefici e persino il mio impiego nell’organizzazione?” Se la tua risposta è no e vuoi mantenere il controllo dell’organizzazione, allora vuoi rendere la tua società a scopo di lucro.

Se, tuttavia, vuoi che il consiglio di amministrazione sia autonomo, allora un’organizzazione senza scopo di lucro può essere una buona scelta. Ricorda, puoi sederti nel consiglio e puoi avere un voto quando si tratta di determinare la politica. Tuttavia, su questioni che riguardano il tuo impiego, stipendio e benefici, devi scusarti dal voto.

Assicurati di non duplicare l’idea di qualcun altro. Prima di formare un’organizzazione non profit, il primo passo è scoprire se altre organizzazioni locali (non profit, profit o governative) stanno già svolgendo lo stesso lavoro o un lavoro simile nella tua comunità. Sarà più difficile ottenere supporto se stai semplicemente duplicando i servizi esistenti, piuttosto che migliorarli o aggiungerli. Prima di avviare un’organizzazione no-profit, è fondamentale esaminare la necessità di un’altra no-profit. Ciò è particolarmente vero alla luce di

Sviluppa la tua missione e un eccellente business plan. Dovrai definire chiaramente lo scopo della tua organizzazione e sviluppare e scrivere una dichiarazione di intenti. La tua dichiarazione di intenti dovrebbe spiegare perché le persone vorrebbero investire nella tua organizzazione (come donatori, volontari o destinatari di servizi). Proprio come qualsiasi altra attività, un’organizzazione non profit di successo richiederà un piano aziendale completo e un grande leader. Il tuo piano aziendale è ciò che ti farà ottenere gran parte dei tuoi finanziamenti senza scopo di lucro da donatori e dal governo e può anche aiutarti a reclutare volontari e membri del consiglio. Ci sono attualmente oltre un milione di organizzazioni non profit di beneficenza negli Stati Uniti, ma molte lottano costantemente per attirare finanziamenti sempre più limitati e molte organizzazioni hanno missioni che si sovrappongono.

Trova il nome giusto per la tua organizzazione. Proprio come qualcun altro che ha la tua stessa idea e/o fornisce il servizio come te, dovrai assicurarti che nessun altro (almeno nel tuo stato per cominciare) abbia scelto il tuo stesso nome commerciale. Ogni stato ha leggi diverse e varie che si applicano alla denominazione di un’organizzazione senza scopo di lucro. Assicurati di avere familiarità con ciò che richiede il tuo stato.

Incorpora il tuo non-profit. Ora che hai una missione e un nome, è il momento di iniziare le vere pratiche legali e finanziarie. Spero che tu non pensassi che imparare come avviare un’organizzazione no profit non includesse la compilazione di alcuni moduli! Diventare una società senza scopo di lucro richiede alcune scartoffie, ma per molte organizzazioni i vantaggi dello status di non profit, come lo status di esenzione fiscale 501 (c) (3) supereranno le complicazioni.

In caso contrario, i membri del consiglio di amministrazione e altri individui della tua organizzazione potrebbero essere ritenuti personalmente responsabili in caso di causa. L’atto costitutivo deve essere depositato presso il Segretario di Stato. La costituzione di organizzazioni senza scopo di lucro è molto simile alla creazione di una società normale, tranne per il fatto che è necessario eseguire ulteriori passaggi per richiedere lo stato di esenzione fiscale con l’IRS e la loro divisione fiscale statale.

Sfortunatamente, c’è più di un passo per l’incorporazione; un singolo modulo non lo taglierà. Prima di tutto, dovrai archiviare i documenti di incorporazione. Questo documento formale chiamato “atto costitutivo” insieme a una tassa di deposito viene compilato e archiviato presso il tuo stato. Il tuo atto costitutivo includerà informazioni tra cui il nome della tua organizzazione non profit, il suo agente registrato e l’indirizzo dell’ufficio e la struttura associativa della tua organizzazione, se ne hai una.

Dopo aver inviato i documenti per la costituzione, dovrai aspettare, aspettare e aspettare. Ma, una volta ricevuti i documenti, sei pronto per richiedere lo stato senza scopo di lucro e le esenzioni federali e statali. Dopo aver ricevuto una copia del tuo atto costitutivo dal tuo stato, sei pronto per presentare una domanda all’IRS per il tuo status federale senza scopo di lucro come organizzazione 501 (c) (3).

Perché richiedere queste esenzioni? Il tuo gruppo non solo sarà esente dal pagamento delle tasse su tutti i redditi derivanti dalle attività legate al suo scopo non profit, ma le persone e le organizzazioni che donano a una non profit possono usufruire di una detrazione fiscale per i loro contributi (l’onere della prova per la deducibilità fiscale è a carico loro dovrebbero essere controllati). Molti donatori esperti e di grandi dimensioni sono riluttanti a donare ingenti somme a gruppi che non hanno il loro status 501 (c) (3).

È meglio archiviare rapidamente, entro 27 mesi dalla data di costituzione. Perché 27 mesi? Bene, per ricevere un’esenzione fiscale che risale alla data della tua costituzione, devi presentare la domanda entro 27 mesi dalla tua costituzione o la tua esenzione sarà effettiva solo dalla data del timbro postale della domanda.

E non dimenticare il tuo stato. Dopo aver ricevuto la tua lettera di determinazione dall’IRS, rivolgiti al tuo dipartimento statale delle entrate e al tuo dipartimento statale responsabile delle normative (spesso chiamato Department of Regulation and Licensing).

Inizia la raccolta fondi: ora che la tua organizzazione no-profit è ufficialmente costituita, dovrai dedicare la massima attenzione alla sua raccolta fondi. Potresti sapere come avviare un’organizzazione no-profit, ma sai come raccogliere fondi? Dovrai identificare chi saranno i tuoi maggiori contributori e inseguirli! Mentre i singoli donatori rappresentano i maggiori contribuenti alle organizzazioni senza scopo di lucro, i governi federali, statali e locali offrono anche sovvenzioni, prestiti e programmi per aiutare a finanziare progetti senza scopo di lucro.

Le piccole organizzazioni senza scopo di lucro, tra cui molte scuole, chiese, organizzazioni comunitarie e agenzie di servizi sociali, possono affrontare molte sfide uniche per la raccolta di fondi. Senza un consiglio di amministrazione stabilito, ampio e influente, un sostanziale staff di raccolta fondi o un riconoscimento diffuso del nome, questi tipi di organizzazioni non profit possono lottare con lo sviluppo, in molti casi operando “donazione su donazione”. Questa non è una situazione in cui vuoi trovare la tua organizzazione no-profit.

Per una startup senza scopo di lucro, è meglio sfruttare le risorse che hai già per la raccolta fondi. L’utilizzo della tua rete è la migliore strategia di raccolta fondi in assoluto per le organizzazioni non profit più piccole. Potresti non avere centinaia di volontari, migliaia di clienti serviti o dozzine di grandi donatori, ma quello che probabilmente hai è un nucleo appassionato di sostenitori (amici, familiari e conoscenti d’affari) che potrebbero essere in grado di fare di più per te.

Assicurati che la tua strategia di raccolta fondi sia scalabile. Non sarai sempre piccolo, o inseguirai piccoli donatori, devi essere in grado di girare la raccolta fondi con tutti, grandi o piccoli. Le aziende amano la scalabilità, dovresti farlo anche tu! Scalabilità significa che la tua tattica di raccolta fondi può essere pianificata e organizzata una volta, quindi utilizzata più e più volte. Rendere scalabili le tue opportunità di raccolta fondi ti consente di utilizzare il tuo tempo e le risorse organizzative una volta e raccogliere i frutti rapidamente e più e più volte.

E non andare dietro al pesce piccolo. Potresti scoprire che è più facile e di maggior successo raccogliere fondi con piccoli donatori. Ogni centesimo conta davvero, quindi non puoi scartare alcuna donazione, ma assicurati di perseguire i donatori piccoli e grandi con la stessa frequenza e voracità. La migliore strategia di raccolta fondi è perseguire sempre entrambi: le piccole donazioni forniranno il tuo livello base di supporto operativo e le poche donazioni più grandi che riceverai da donatori più grandi ti aiuteranno a crescere, espanderti e prosperare. Tua madre non ti ha sempre detto che se non chiedi qualcosa, non l’avrai mai. Ma se lo chiedi, potresti ottenerlo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.